Questo articolo è stato letto 68 volte

STATO CIVILE - Il Convegno Nazionale Anusca prende quota

Si svolgerà dal 3 al 7 dicembre ad Abano Terme
servizi-demografici_1

Editoriale di Renzo Calvigioni (I Servizi Demografici n. 10/2018)

In anteprima l’editoriale della Rivista “I Servizi Demografici n. 10/2018

Dopo un periodo di gestazione, di prime stesure, di argomenti ancora provvisori, il Convegno Nazionale Anusca prende forma compiuta e si avvicina alla versione definitiva. Come sappiamo, si svolgerà dal 3 al 7 dicembre ad Abano Terme: si tratta di una città nella quale si torna volentieri, considerando che già negli ultimi anni ha ospitato più volte il Convegno, dimostrando sempre grande accoglienza e cordialità, tanto che i partecipanti hanno sempre espresso gradimento ed apprezzamento che, siamo sicuri, verranno confermati anche quest’anno.

Il Convegno, ancora più che negli anni scorsi, presenta un programma particolarmente intenso e di alto livello, nel quale assume particolare rilievo la presenza delle autorità e delle istituzioni, ben determinate a far sentire la propria voce e svolgere il ruolo di competenza nei confronti dei servizi demografici: così, fin dal primo giorno, dedicato in larga parte ad ANPR, si susseguiranno gli interventi dei funzionari del Ministero dell’interno, di AgID, di SOGEI, dell’Ufficio del Commissario e del Garante della Privacy, che continueranno anche nel secondo giorno dedicato allo stato civile, ancora con l’intervento di AgID e di funzionari della Presidenza del Consiglio, ed anche nel terzo giorno con l’intervento della Direzione Centrale Servizi Elettorali e della Direzione Cittadinanza (un ritorno particolarmente gradito). Tra gli argomenti, lo stato di attuazione di ANPR, i servizi demografici motore di innovazione e pilastro della cittadinanza digitale, CIE-strumento di innovazione della PA e della sicurezza del Paese, il censimento permanente della popolazione, progetti digitali demografici e tutela della privacy, l’atto di stato civile e la digitalizzazione, Regolamento Europeo sul reciproco riconoscimento degli atti pubblici, le possibili novità normative in materia di procedimenti elettorali e referendari, prospettive in materia di cittadinanza.

Non mancheranno, come è oramai tradizione, le relazioni di illustri docenti universitari, quest’anno ancora più numerosi degli anni scorsi, per commentare tematiche attualissime e di grande spessore, per approfondire argomenti controversi, a conferma di come i servizi demografici siano guardati con sempre maggiore attenzione dal mondo accademico, ben lieto di riscontrare sul piano pratico i diversi orientamenti dottrinali. In questo, la continuazione di un confronto con i servizi demografici che dura oramai a diversi anni, che ha portato al riconoscimento del ruolo degli operatori nello svolgimento delle nuove funzioni introdotte dalle normative degli ultimi anni. Tra gli argomenti, unioni civili, interesse del minore e ordine pubblico nel riconoscimento degli atti di nascita formati all’estero, problemi vecchi e nuovi in tema di cittadinanza, disciplina del fine vita e risvolti per l’ufficiale di stato civile, il progetto EPAPFR (European platform for the access to personal and familial rights): uno strumento volto a migliorare la cooperazione nella tutela dei soggetti più deboli, la famiglia internazionale, il riconoscimento degli status stranieri alla luce dell’ordinamento italiano.

Numerosi, come sempre, gli interventi degli studiosi ed esperti che affronteranno argomenti specifici e dal taglio maggiormente pratico, aprendo un confronto concreto con i partecipanti: non solo nelle relazioni in sala plenaria, ma anche nei workshop, nelle manifestazioni di contorno, nelle salette dove la richiesta degli operatori sarà anche quella di conoscere procedure ed adempimenti e vedere illustrati casi pratici. Tra gli argomenti, senza citarli tutti, la registrazione del contratto di convivenza: ufficiali d’anagrafe e notai a confronto; limiti operativi dell’ufficiale di stato civile; i diritti elettorali: principi, norme e prassi a settant’anni dall’entrata in vigore della Costituzione; l’ufficiale d’anagrafe: una figura strategica nel nostro ordinamento, competenze e responsabilità;
il riconoscimento della cittadinanza iure sanguinis; l’applicazione delle sentenze: la giurisprudenza e le competenze dell’ufficiale di stato civile; la correzione o la rettifica? Facciamo chiarezza sulla “tenuta” dell’atto pubblico; il trasporto funebre nella normativa nazionale e regionale: adempimenti e criticità.

Saranno presenti gli spazi dedicati alla soluzione dei quesiti, presentati direttamente dagli operatori agli esperti, come pure la mattina finale del venerdì riservata alla tavola rotonda nella quale Anusca schiera i propri esperti per fornire risposte ai sempre numerosi quesiti: sappiamo già che otterranno un grande successo, proprio perché è particolarmente alta la richiesta di supporto su tematiche specifiche, sul caso che si è presentato in ufficio e che l’operatore ha necessità di risolvere.

Il programma completo è facilmente consultabile sul sito di Anusca: il Convegno si presenta come l’appuntamento più importante dell’anno in materia demografica, come un momento di alta formazione nel quale viene riaffermato il ruolo e l’importanza dei compiti e delle funzioni dei servizi demografici e approfondite le problematiche relative. L’auspicio è che tanti operatori possano raccogliere l’invio ed avere la possibilità di partecipare, ottenendo l’autorizzazione dall’Amministrazione di appartenenza: un’occasione da non perdere.

 

 

ANTICIPAZIONE DEL SOMMARIO (FASCICOLO N. 10/2018)

  • Il Convegno Nazionale Anusca prende quota di Renzo Calvigioni
  • I pilastri del nuovo Censimento Permanente e alcune riflessioni – Morena Moretti
  • Il trasporto funebre non è materia di stato civile – Graziano Pelizzaro
  • Adozione straniera di minori da persone dello stesso sesso – Renzo Calvigioni
  • La Cittadinanza digitale diventa realtà, con il progetto IO.ITALIA – Patrizia Saggini
  • I provvedimenti di iscrizione e di mutazione anagrafica d’ufficio – Liliana Palmieri e Romano Minardi
  • Quesiti a cura di Renzo Calvigioni e Noemi Masotti
  • Giurisprudenza a cura di Dante Buson
  • Scadenzario Novembre 2018

 

FRECCIASCOPRI DI PIU’ su www.periodicimaggioli.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>