Questo articolo è stato letto 441 volte

STATO CIVILE - IL CASO – Trascrizione atto di nascita di figlio minorenne

Ho riconosciuto la cittadinanza italiana iure sanguinis ad una cittadina discendente da ceppo italiano e che aveva preso la residenza presso il nostro comune. La stessa ci ha portato il certificato di nascita del figlio minore, non residente in Italia, per la trascrizione.

Vorrei sapere se per il figlio minore, visto che non è residente, si può trascrivere l’atto di nascita come per la madre e se automaticamente diventa cittadino italiano, oppure bisogna attendere l’iscrizione AIRE della madre ed a quel punto su richiesta della stessa, sarà il consolato ad inviarci l’atto di nascita del figlio per la trascrizione.

 

>> Vuoi conoscere la risposta del nostro esperto? Continua a leggere QUI

 

PER APPROFONDIRE

iure

Il riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis

Il rimpatrio degli stranieri di origine italiana
Procedure di stato civile e anagrafe

– Adempimenti
– Casi pratici
– Modulistica

acquistaora

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>