Questo articolo è stato letto 505 volte

STATO CIVILE - IL CASO – Corretta registrazione dello stato civile dei minori stranieri

comunicazaione

Si richiede un chiarimento in merito alla registrazione anagrafica dell’informazione relativa allo stato civile
dei minori stranieri che vengono iscritti nel Comune con provenienza dall’estero o anche da altri Comuni
italiani. Per quanto riguarda gli adulti, se il dato non è presente nei documenti esibiti, nella scheda anagrafica
inseriamo la dicitura “dato non conosciuto” ovvero “dato non documentato”; ma per i minori sorgono
molti dubbi.
È prevista un’età limite (ad es. 14-15 anni) prima della quale possiamo registrare e (e se richiesto certificare)
lo “status” di “celibe o nubile”?
Con riguardo in particolare ai minori iscritti con provenienza da altro Comune, sarebbe opportuno verificare
ora per allora la veridicità di dati registrati sulla base della comunicazione del Comune di precedente iscrizione?

>> Leggi la risposta dei nostri esperti

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>