Questo articolo è stato letto 17 volte

Dal 31 marzo mai più i figli naturali e figli legittimi. È in vigore il nuovo regolamento sulla filiazione

Dal 31 marzo mai più i figli naturali e figli legittimi. È in vigore il nuovo regolamento sulla filiazione

Dal 31 marzo mai più “figli naturali” e “figli legittimi”… nell’ordinamento giuridico italiano si intende. Il 31 marzo 2015 è entrato in vigore, infatti, il regolamento in materia di filiazione, in attuazione dell’articolo 5, comma 1, della legge 10 dicembre 2012, n. 219.

La novità contenuta nel DPR 30 gennaio 2015, n. 26 che modifica il regolamento dello Stato civile è la sostituzione, in tutto il testo, dell’espressione figlio naturale con figlio nato fuori del matrimonio, e figli legittimi con figli nati nel matrimonio.

Viene inoltre eliminata dal regolamento dello Stato civile l’aggettivo incestuosi, sostituito con l’espressione “nati da persone tra le quali esiste un vincolo di parentela in linea retta all’infinito o in linea collaterale nel secondo grado, ovvero un vincolo di affinità in linea retta, ai sensi dell’articolo 251 del codice civile”. Infine viene sostituita la parola potestà con responsabilità genitoriale.

Oltre a questa sostituzione viene fissata a 14 anni, invece che a 16, l’età del figlio nato fuori dal matrimonio sotto la quale l’ufficiale dello stato civile non può ricevere un riconoscimento in mancanza del consenso del genitore che lo ha riconosciuto per primo o della sentenza del tribunale per i minorenni che tiene luogo del consenso mancante.

Il testo completa i precedenti interventi normativi sulla materia dei figli a partire dalla legge delega “Disposizioni in materia di riconoscimento dei figli naturali” (legge n. 219 del 2012) e il d.lgs. 154 del 2013 sulla “Revisione delle disposizioni vigenti in materia di filiazione”.

È in fase di predisposizione, si legge sul sito del Ministero dell’interno, la stesura del decreto ministeriale di approvazione delle relative formule per la redazione degli atti dello stato civile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>