Questo articolo è stato letto 1 volte

SENZA CATEGORIA - Cremazioni: non ancora disponibili i dati del 2010

Cremazioni: non ancora disponibili i dati del 2010

Generalmente, a giugno era possibile disporre del numero delle cremazioni avvenute nell’anno precedente, anche se il “grosso” dei dati era acquisito da mesi; infatti, si registravano sempre dei ritardi, che richiedevano solleciti diversi e spesso plurimi (per inciso, un impianto di cremazione, su cui non vi sono molte notizie, sulla forma di gestione, si rifiutava, dal 2007, di fornire qualsiasi dato).
Per i dati relativi alle cremazioni avvenute nel 2010, ancora tali dati non sono stati diffusi, in quanto non sarebbero pervenuti ancora tutti i dati da tutti gli impianti di cremazione.
Si tratta di una situazione “incredibile”, poiché si tratta di dati del tutto scarni, per i quali può legittimamente dubitarsi che non siano localmente disponibili, né si colgono ragioni per cui possano motivarsi le ragioni di questi ritardi, per cui i “ritardatari” non fanno certo una gran bella figura …  In via informale, stimando che le cremazioni avvenute negli impianti di cremazione che ancora non hanno provveduto all’inoltro dei questionari, le cremazioni in Italia dovrebbero avere superato, nel 2010, le 76.000, per cui dovrebbero rappresentare il 13,08 % dei defunti.
Ma si tratta ancora di stime, in attesa che siano comunicati anche gli ultimi dati.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>