Questo articolo è stato letto 374 volte

STRANIERI - Coniuge di cittadino italiano – richiesta di concessione della cittadinanza italiana

cittadinanza italiana

La disposizione del comma 2 dell’art. 8 della legge n. 91 del 1992, che preclude il rigetto della cittadinanza trascorso il biennio dalla presentazione della domanda, si riferisce a tutte le ipotesi di acquisto della cittadinanza da parte del coniuge di un cittadino italiano, previste dall’art. 6 (T.A.R. Lazio n. 10607 del 2 novembre 2009; Consiglio di Stato parere n. 851 del 22 febbraio 2013), per cui tale termine non può essere spostato in avanti in relazione all’effettiva ricezione della domanda da parte del Ministero, essendo evidente la ratio del legislatore, che ha ritenuto l’arco di due anni un periodo sufficientemente lungo perché l’Amministrazione, considerata nel suo complesso, possa verificare se a carico di un soggetto sussistano, o meno, i motivi di preclusione di cui all’art. 6 della legge n. 91 del 1992, giustificativi della reiezione della sua richiesta.

>> Continua a leggere la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>