Questo articolo è stato letto 0 volte

SENZA CATEGORIA - Anagr-Aire, versioni innovative, apertura della caccia ai paradisi fiscali

Anagr-Aire, versioni innovative, apertura della caccia ai paradisi fiscali

Dapprima vi è (era?) stato l’art. (art. 83, 16 e 17 D.-L. 25/6/ 2008, n. 112 (ma, in verità, qualcosina era già precedentemente presente …), poi vi è stato l’art. 40 D.-L. 27/1/2012, n. 1, riguardanti una certa “attenzione” verso le posizioni di chi, italiano, trasferisca la propria residenza all’estero, comprendente una verifica, protratta per almeno 3 anni, sull’effettività del trasferimento all’estero, con ipotesi di correlazioni con in per convertito con l’Agenzia delle Entrate, che, dal 2008, non sembra essersi tanto prodigata.
Ora, dopo la precedente circolare n. 11 del 10/5/2012, il MIN, con la cicolare – urgente – n. 27 del 17/10/2012 riprende le funzionalità del progetto e-AIRE, fornendo istruzioni ed indicazioni tecniche. Vi è un passo della circolare in cui si afferma come nella vers. AnagAire 4.7, siano stati previsti nuovi campi e codifiche …. , nonché un nuovo servizio che consentirà ai Comuni di adempiere alle disposizioni relative all’accertamento dell’effettivo espatrio dei cittadini iscritti nella propria AIRE: ma un accertamento di un “effettivo” espatrio, cioè l’effettiva cessazione della residenza nel territorio nazionale non richiede qualche cosa di più che una (mera) funzione, utile, ma dopo gli accertamenti del caso. Vi era un signore, sedicente residente in Thailandia, che si vedeva a tutti i mercati bi-settimanali: chissà quando spendeva in biglietti aerei per essere costì frequentemente visto girare fra le bancherelle di frutta e verdura?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>