Questo articolo è stato letto 72 volte

STRANIERI - Parere del Comitato europeo delle regioni sull' Agenda europea sulla migrazione

Agenda europea in tema di migrazione

In 53 punti, rivolti agli Stati membri ed agli organismi comunitari, il Comitato Europeo delle Regioni ha stilato un Parere, a firma del suo presidente Markkula, sulla Agenda europea in tema di migrazione, con una serie di puntuali osservazioni e di raccomandazioni politiche, in parte critiche ed in parte favorevoli, circa l’attività svolta o in divenire sul fronte migratorio.

Il Comitato osserva come il flusso dei richiedenti asilo e dei migranti irregolari per motivi economici che arrivano nell’UE abbia raggiunto dimensioni senza precedenti; il numero dei migranti rende evidente che la capacità di qualsiasi Stato membro di far fronte da solo alla situazione nel breve e medio termine si esaurisce rapidamente. Necessari sono una maggiore unione e solidarietà tra gli Stati membri dell’UE, oltre che un più forte senso di partenariato, appartenenza e responsabilità condivisa.
Viene inoltre sottolineato come tutti i livelli di governance dell’UE — europeo, nazionale, regionale e locale — abbiano urgente bisogno di trovare un approccio comune per gestire tutte le sfide sul piano sociale, economico e della sicurezza. Soltanto un approccio strategico globale e integrato che affronti le cause di fondo della migrazione riuscirà a risolvere il problema. Questo deve comprendere un rafforzamento della politica estera e di sicurezza comune dell’UE, oltre che una maggiore coerenza delle politiche interne ed esterne dell’UE e delle sue politiche nel settore degli affari esteri, della sicurezza, del commercio, dello sviluppo, dell’assistenza umanitaria e della migrazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>